Sottoscrivi: Articoli | Commenti

AgriCulture: Al via anche a Pomezia il corso di Formazione

commenti

Header AgriPomezia Generale Latium Vetus

AGRICULTURE

 Cultura Agraria, Beni Culturali e Memoria Storica nelle Province di Roma, Latina, Frosinone, Rieti e Viterbo

Dieci città del Lazio, oltre 40 incontri… l’impulso al tema ‘Ambiente e Beni Culturali’ richiama ai giorni nostri l’importanza di approfondire il concetto della cura dei beni comuni, dell’interesse collettivo e della tutela e valorizzazione del patrimonio culturale, testimonianza tangibile del vastissimo repertorio identitario composto da usanze, tradizioni e legende locali che legano l’uomo al suo territorio fin dalla notte dei tempi.

Questa antica connessione risulta oggi minacciata dalla visione speculativa di uso/abuso del territorio, con esiti di criticità ambientali e rischi antropici, spesso da arginare con azioni ordinarie in emergenza e deroga.

I FONDAMENTI CULTURALI

La cultura agraria laziale è una grande risorsa fisica, produttiva, ambientale, storico-culturale, sociale e potenzialmente fruitiva. La sua identità è sedimentata nella memoria collettiva, nelle tradizioni storiche colte e popolari e nei caratteri del patrimonio rurale materiale (edifici, struttura dei campi, reti di servizio, acque, etc.) e immateriale (canti, feste, etc.). E’ una dimensione non ancora (!) del tutto scomparsa, che merita di essere salvaguardata, valorizzata e messa a sistema facendola conoscere.

L’Associazione Latium Vetus in collaborazione con l’Associazione ‘Italia Antica’, presenta anche a Pomezia il progetto AgriCulture, per un’azione centrale di formazione con incontri aperti ai docenti del territorio ma anche a tutti gli interessati, occasione di attività con le scuole e di azione concreta sul patrimonio. Oltre Pomezia, complessivamente oltre una quarantina di incontri in varie sedi del Lazio, con una rete territoriale di referenti-amministratori a supporto della gestione delle lezioni in sede, con una piattaforma di e-learning (‘e-front’) per fruire delle lezioni attraverso i documenti e i video delle lezioni.

GLI OBIETTIVI PRIORITARI

  1. Formazione attiva di cittadini in rapporto agli argomenti e ai relatori sulle tematiche trattate divenendo referenti qualificati per le collettività locali;
  2. Fornire competenze gestionali e relazionali per i futuri amministratori;
  3. Dare consapevolezza sulle battaglie politiche e le eventuali scelte amministrative territoriali.

OBIETTIVI GENERALI:

  1. sensibilizzare alla gestione del patrimonio culturale agrario
  2. informare su storia, cultura, socialità e produzione,
  3. formare sulla normativa di settore e sulle attività di formazione.

OBIETTIVI SPECIFICI:

  1. Far conoscere il patrimonio artistico, culturale e produttivo del territorio agricolo;
  2. Promuovere il valore dell’identità culturale attraverso la realizzazione di laboratori nelle scuole sul tema “Cultura Agraria – Memoria Storica – Beni Culturali”;
  3. Migliorare la conoscenza dell’alimentazione e dell’enogastronomia locale legata alle risorse primarie presenti sul territorio.

ORGANIZZAZIONE DEL CORSO, RICONOSCIMENTI, CERTIFICAZIONI E CREDITI FORMATIVI

Il corso è aperto a tutti: docenti, studenti e cittadini interessati.

Il corso è organizzato per moduli, ogni modulo è costituito dal ciclo di incontri svolti per ogni area territoriale (Alatri, Anzio, Aprilia, Ardea, Guidonia, Latina, Nettuno, Pomezia, Rieti e Viterbo).

Per ottenere la certificazione ed i crediti formativi è necessario frequentare per intero gli incontri di uno dei dieci moduli (è permessa una sola assenza). La presenza sarà riscontrata con le firme negli appositi registri. La documentazione sugli incontri sarà presente sulla piattaforma precedentemente menzionata, i docenti che volessero seguire ulteriori lezioni rispetto al loro modulo potranno recarsi di persona con spostamenti autonomi o visualizzare i video presenti sul portale, in modo da poter partecipare ai test per ottenere ulteriori crediti.

Ai fini dell’iscrizione al modulo della città di Pomezia è necessario inviare una mail a giacomo.castro@italiantica.it oppure a info-associazione@italiantica.it

Queste le figure a cui sono rivolti i titoli rilasciati dal corso di formazione AgriColture:

Docenti: Certificato di formazione riconosciuto dal MIUR per i docenti di ogni ordine e grado. Si richiama che la normativa permette (anche con nomina a tempo determinato) di fruire di 5 giorni l’anno per formazione, sia in qualità di discente che di esperto e/o animatore per attività di formazione. Dunque -se lo si riterrà utile- potrà essere richiesto l’esonero al dirigente scolastico. La partecipazione sarà certificata con la registrazione scritta della presenza e, su richiesta, con rilascio di documento specifico.

Studenti: attestato di frequenza valido ai fini della riconoscibilità del credito formativo.

Fruizione libera: attestato di frequenza dell’Associazione ‘Italia Antica’ spendibile per attività rivolta al territorio locale.

I PARTNER

MIUR (ha riconosciuto il progetto come formazione ai docenti di ogni ordine e grado), Associazione ‘Italia Antica’, Associazione Arcaica, Associazione Nomentana di Storia e Archeologia, Associazione Latium Vetus.

RIFERIMENTI

Direttore del Corso: Prof.ssa Sonia Modica

Referenti Progetto Aree di: Aprilia (Chiara Della Valle); Latina (Valeria Scognamiglio/ Alessandranna Nocella); Pomezia (Giacomo Castro); Anzio (Tiziana Mancino); Nettuno (Laura Pizzotti); Ardea (Beatrice Piras); Guidonia Montecelio (Maria Luisa Bruto); Viterbo (Nadia Veschi); Rieti (Domenico Troiani); Alatri (Luca Attenni).

IL MODULO DELLA CITTA’ DI POMEZIA (Aula Magna ex College Selva dei Pini)

Uomo, Natura e Cultura nella Campagna Romana: un’occasione di tutela e valorizzazione territoriale!

  1. Incontro: 21 Novembre 2015, ore: 16.00-18.30 Adriano Velli, Uomo e territorio nella preistoria del Lazio costiero meridionale.
  2. Incontro: 06 Febbraio 2016, ore: 16.00-18.30 Maria Fenelli, Laghi costieri e popolamento: Lavinium (Pratica di mare), una città simile a Troia.
  3. Incontro: 19 Marzo 2016, ore: 16.00-18.30 Giacomo Castro, La Campagna Romana fra torri medievali e casali moderni: un paesaggio da salvare!.
  4. Incontro: 07 maggio 2016, ore: 16.00-18.30 Daniela De Angelis, Il paesaggio della bonifica integrale degli anni ‘30. Referente: giacomo.castro@italiantica.it

Associazione Latium Vetus

Se questo post soddisfa i tuoi interessi, puoi considerare di lasciare un commento o di effettuare la sottoscrizione agli RSS feed per essere informato di tutti gli articoli futuri..