Sottoscrivi: Articoli | Commenti

Accordo di Collaborazione fra Ass. Latium Vetus e Soprintendenza

commenti

cover-accordo

L’Associazione Latium Vetus e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Roma hanno sottoscritto nelle scorse settimane un accordo di collaborazione volto alla realizzazione di attività conoscitive e ricognitive ai fini di tutela del patrimonio culturale nei territori dei comuni di Marino, Castel Gandolfo e Albano Laziale.

Si tratta di una collaborazione che ci inorgoglisce e riconosce la serietà e l’impegno di Associazione Latium Vetus nella tutela e nella valorizzazione del patrimonio culturale”, dichiara Giacomo Castro, Presidente di Associazione Latium Vetus, “la sottoscrizione di questo accordo “, continua Castro “è una ulteriore riprova della sinergia della nostra associazione con i cittadini e con le istituzioni nel perseguimento della tutela e della salvaguardia del territorio.

Nei Comuni di Marino, Castel Gandolfo ed Albano Laziale ricadono, infatti, porzioni territoriali di grandissima valenza agricola e paesaggistica, con reperti storico archeologici e monumentali di prim’ordine. Perseguirne una piena conoscenza ed infine una piena tutela è a nostro avviso doveroso. Nulla per noi viene prima degli interessi collettivi inerenti la salvaguardia del territorio, dell’ambiente ed infine della salute pubblica!

Associazione Latium Vetus, tramite un’azione totalmente volontaria e gratuita, fornirà assistenza logistica alle attività di ricognizione e di ricerca della Soprintendenza, massima istituzione di tutela dei nostri territori, tramite reperimento di materiale storico, fotografico e documentale d’archivio, la redazione di relazioni a carattere storico topografico, archeologico, monumentale e paesaggistico con l’obiettivo di perseguire una maggiore conoscenza del territorio volta alla sua tutela e alla sua salvaguardia.

Siamo estremamente orgogliosi che, dopo anni di impegno e di battaglie – prima fra tutte, la difesa del vincolo paesaggistico dell’agro nei Comuni di Pomezia ed Ardea e del complesso medievale di Torre Maggiore nell’area di Santa Palomba, Roma 2 a Pomezia – Associazione Latium Vetus possa contribuire ancora di più nella tutela e nella salvaguardia dei territori della Campagna Romana.

Porteremo avanti con ancora maggiore energia anche il perseguimento della tutela dei territori di Pomezia ed Ardea: ricordiamo infatti che il prossimo 26 settembre 2019 si terrà l’udienza di merito al Consiglio di Stato per valutare la legittimità – dopo la pronuncia favorevole del TAR – del provvedimento di vincolo paesaggistico delle campagne di Pomezia ed Ardea minacciate da ulteriore consumo di suolo, realizzazione di capannoni industriali e centrali per la lavorazione dei rifiuti. Noi ci saremo, insieme ai cittadini, per difendere quel provvedimento ed il nostro territorio!

Chiediamo a tutti i cittadini, alle associazioni e ai comitati di quartiere di Pomezia ed Ardea di affiancarsi a noi e di procedere, tutti insieme, nel perseguire con sempre maggiore impegno e concretezza la tutela dei territori in cui viviamo!”

Associazione Latium Vetus

Vota il post!
Se questo post soddisfa i tuoi interessi, puoi considerare di lasciare un commento o di effettuare la sottoscrizione agli RSS feed per essere informato di tutti gli articoli futuri..