Sottoscrivi: Articoli | Commenti

Tutela dei siti archeologici di Ardea e Pomezia: interverrà il Ministero!

commenti

Header Logo Mibact

Oltre 2.000.000 di euro in tre anni dal Governo per la tutela ed il recupero del patrimonio culturale di Ardea e Pomezia – Pratica di Mare: il plauso dell’Associazione Latium Vetus!

Il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini ha approvato il programma triennale degli investimenti per il patrimonio culturale che contiene 241 interventi in tutta Italia. Risorse nuove e disponibili fra il 2016 e ilo 2018, che tengono conto delle esigenze e delle segnalazioni venute dai territori e contribuiranno al rilancio dell’economia. Il provvedimento riguarda anche il territorio della ex provincia di Roma e del Latium Vetus: il Mibact ha infatti stanziato importantissime cifre, richieste dalla Soprintendenza archeologia per il Lazio e l’Etruria Meridionale, guidata dalla Soprintendente, Dott.ssa Alfonsina Russo Tagliente, anche per la tutela di alcuni fra i più importanti siti archeologici all’interno dei centri del nostro territorio come Ardea, Pomezia (Pratica di Mare), Tivoli, Subiaco, Sacrofano e Sabaudia;

Gli stanziamenti riguardano per la gran parte la tutela di siti archeologici in condizioni assolutamente emergenziali come la manutenzione ed il recupero dell’area archeologica del Castrum Inui di Ardea, per la quale il Mibact investita 1.900.000 in tre anni fra il 2016 e il 2018, nel 2017 saranno poi ripristinate le tettoie del complesso archeologico dei XIII Altari-Heroon di Enea di Pomezia – Pratica di Mare con uno stanziamento di 125.000 euro; soldi anche a Tivoli, con 2.300.000 euro anche per la riqualificazione, manutenzione e valorizzazione del sepolcro dei Plauti, complesso archeologico di grande importanza in Italia abbandonato da anni in una situazione di scandaloso degrado, ed il recupero ed il consolidamento delle strutture dell’acquedotto romano dell’Anio Novus, per il quale verranno stanziati 900.000 euro. 1.200.000 euro sono stati stanziati per il restauro del Palazzo Pamphili e della Collegiata di Valmontone.  Due milioni e mezzo di euro per la manutenzione ed il recupero del sito archeologico della Villa di Domiziano a Sabaudia ed il recupero della Biblioteca statale del convento di S. Scolastica a Subiaco.

Fra gli interventi fuori dall’ex Provincia di Roma, ci fa piacere prendere atto degli stanziamenti per il salvataggio di veri e propri capolavori in pericolo, come la Chiesa di San Pietro di Tuscania e la necropoli etrusca di Monterozzi a Tarquinia, in provincia di Viterbo e la biblioteca nazionale dell’abbazia di Farfa in Sabina.

L’Associazione Latium Vetus plaude a questa scelta del Governo Italiano e della politica nazionale, che permetterà finalmente di garantire una maggiore tutela del patrimonio culturale nazionale, voce di bilancio da troppi anni in stato di gravissima penuria economica che a nostro avviso non garantiva livelli accettabili di tutela.

Gli stanziamenti per la tutela del patrimonio culturale, seppure spesso onerosi, permettono agli enti territoriali di creare un circuito virtuoso che si ripercuote positivamente sull’economia, sul turismo, sui valori civici legati alla cittadinanza, sulla riqualificazione urbanistica, sulla sostenibilità: E’ con azioni concrete come questa che si attua la volontà di salvataggio della tutela ambientale, della salvaguardia territoriale e della promozione della cultura del nostro Paese, ambiti troppo spesso asserviti a speculazioni ed interessi: auspichiamo che tutti gli enti territoriali del nostro territorio, quali la Regione, la Città Metropolitana ed i Comuni possano continuare sulla strada imboccata dal Mibact e garantire anch’essi un aumento degli stanziamenti per la tutela e la valorizzazione del loro patrimonio culturale.

A questo link il piano triennale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo: http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/documents/1451923923365_ALLEGATO_legge_190_2014.pdf

Associazione Latium Vetus

Vota il post!
Se questo post soddisfa i tuoi interessi, puoi considerare di lasciare un commento o di effettuare la sottoscrizione agli RSS feed per essere informato di tutti gli articoli futuri..